Vince il “collegio intermedio” nella seconda consultazione online degli iscritti M5S sulla legge elettorale. Hanno votato per questa soluzione in 15.453, per il collegio unico nazionale in 8.098 e per il collegio uninominale in 7.481. I votanti in tutto sono stati 31.032. Si tratta di “collegi più o meno ampi”, a metà strada tra “il collegio uninominale, un solo candidato per ogni collegio, presente in Inghilterra” e “un unico collegio a livello nazionale, in cui tutti i candidati sono inclusi nel collegio nazionale, presente in Israele”, ha spiegato sul blog di Beppe Grillo il professor Aldo Giannuli, che si è offerto di spiegare ai militanti grillini gli aspetti tecnici dei vari sistemi. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, lettera a Napolitano: “Violazioni in iter Finanziaria, ci ascolti: lei è garante”

next
Articolo Successivo

Milleproroghe, M5S denuncia: “Da Forza Italia arrivano emendamenti su misura”

next