Nel Partito democratico l’intesa Berlusconi-Renzi ha provocato i suoi contraccolpi con le dimissioni di Gianni Cuperlo da presidente del partito e con il sindaco di Firenze che tiene il punto: “Rimettere in discussione l’accordo senza il consenso degli altri rischia di far precipitare tutto”. Così mentre Renzi non arretra e scommette sulla propria leadership dentro il Pd, il Cavaliere, che sembrava all’angolo dopo la sua decadenza, si prepara alla campagna delle Europee e va qualche giorno in un centro benessere per rimettersi in forma. Sarà l’Italicum la riforma che cambierà l’Italia oppure siamo davanti all’ennesimo tentativo di modifica della legge elettorale che finirà con il peggiorare le cose, come già accaduto in passato? E tra Renzi e Berlusconi chi sta vincendo politicamente?

Sono questi i temi al centro della nuova puntata di “Forza Italicum”, la nuova puntata di Servizio Pubblico, in onda ogni giovedì alle 21.10 su La7 e in diretta streaming su ilfattoquotidiano.it. In studio, insieme a Michele SantoroStefano Fassina del Partito Democratico, l’imprenditore Alfio Marchini, il direttore del Tg La7 Enrico Mentana e il giornalista Vittorio Feltri. Con Santoro, anche Marco Travaglio e Vauro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

‘Gli anni spezzati’: un Paese obliterato

prev
Articolo Successivo

Ucraina, il Grande Fratello controlla la piazza via sms?

next