La crisi, le tasse, i privilegi della politica, il sud che rischia la catastrofe, il lavoro che non c’è. L’Italia è in agitazione. Da una parte le parole del Capo dello Stato Giorgio Napolitano che teme “il rischio di tensioni e scosse sociali e sollecita la politica a fare le riforme, “smettendo di pestare l’acqua nel mortaio”; dall’altra il popolo dei forconi che scende in piazza a Roma, in un centro storico blindato con duemila agenti, mentre il vicepresidente di CasaPound, Simone Di Stefano, promette “niente disordini” e si appella a Beppe Grillo ed ai parlamentari 5 Stelle: “Uscite dal Parlamento, siete in 150, che state a fare là dentro? Unitevi alla protesta sotto l’unica bandiera del tricolore”.

Saprà la classe dirigente italiana realizzare le riforme necessarie, a cominciare dall’abolizione dei privilegi e degli sprechi della politica, per ridare fiducia agli italiani? “Tutti a casa (Pound?)” è il titolo della puntata di Servizio Pubblico, il programma di Michele Santoro in onda questa sera alle ore 21.10 su La7 e in diretta streaming su ilfattoquotidiano.it. Ospiti in studio: il ministro degli Affari regionali Graziano Delrio, i giornalisti del Corriere della Sera Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, il critico d’arte ed ex sindaco di Salemi (Trapani) Vittorio Sgarbi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La web tax è fuorilegge

next
Articolo Successivo

Appalti e malaffare: Ester Castano straccia il bavaglio

next