“Il malessere ha tante ragioni e credo che il compito della politica e delle istituzioni sia ascoltare queste ragioni e dare delle risposte. Quello che non serve e fa danni enormi è gettare benzina sul fuoco di questa rabbia. Mirare esclusivamente allo scontro di certo non aiuta chi non riesce ad arrivare a fine mese”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, nel video settimanale in cui fa il punto sui lavori di Montecitorio affronta la questione dei Forconi. “Credo – aggiunge Boldrini – che non ci si debba sorprendere dalla protesta: c’è una crisi lunga e pesante e l’inversione di tendenza la vedono al momento gli studiosi di economia, ma non ancora i cittadini”. Boldrini parla anche di Nelson Mandel: “Dobbiamo seguire la lezione del leader sudafricano e trasformare la rabbia in energia positiva anche qui in Italia, dove la rabbia si sta manifestando in forme clamorose e  purtroppo a volte anche violente”. Una dichiarazione che spinge poi la presidente della Camera a parlare della legge elettorale. “Bisogna dare risposte ai cittadini e tra queste – sottolinea – c’è la riforma del sistema elettorale, ormai divenuta urgenza assoluta. La riforma del Porcellum passa ora alla Camera ma non è uno scippo”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Bye bye Internet, la settimana nera delle nuove tecnologie

prev
Articolo Successivo

Legge elettorale, stop sciopero della fame di Giachetti: “Ma niente ricatti da Ncd”

next