“Pasti cucinati con i prodotti dell’orto sinergico della scuola, eliminazione della plastica a favore del coccio, recupero degli olii di scarto da cucina per autoprodurre il sapone”. Queste sono le iniziative che Maria de Biase, preside dell’Istituto Comprensivo Teodoro Gaza di San Giovanni a Piro, in provincia di Salerno, è riuscita a far adottare all’interno della scuola. Tutto secondo i principi della sostenibilità che, tuttavia, hanno un solo “difetto”: sembrano essere illegali, come denuncia la stessa de Biase. Scopri la sua storia completa e quelle di altre persone che hanno intrapreso la via del cambiamento nel libro “Io Faccio Così“, edito da Chiarelettere  di Daniel Tarozzi e Paolo Cignini

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Agora 99, i movimenti contro l’austerity si incontrano a Roma

next
Articolo Successivo

Ann e Livia unite dal tip-tap: “La crisi si supera ballando per strada”

next