Non se ne può più. Un Paese addormentato e annichilito da una classe politica che non fa altro che pensare a se stessa. Un governo delle larghe intese chiaramente ispirato e orientato a difendere e proteggere gli amici dei vari Ministri. Un pregiudicato che continua tranquillamente a monopolizzare la scena politica italiana. E come se non bastasse ripete ossessivamente di volere la Grazia da parte del Presidente Napolitano. Un Presidente della Repubblica che cerca di mantenere tutto congelato, anche se stesso, e di dettare la linea ‘politica’ ad un governo farsa. I partiti rincoglioniti dalla larghe intese e incapaci di avere la schiena dritta. Un Ministro della Giustizia che in Parlamento si vanta con tracotanza di essere amica della famiglia Ligresti. E come se non bastasse la maggioranza del Parlamento, priva di lucida e senso della realtà, riserva al Ministro un caloroso applauso.

Alcuni “onorevoli” spinti dal leccaculismo sfrenato, a conclusione del discorso del Ministro, si precipitano anche a stringerle la mano. Scene pietose. Un Pd che non riesce a prendere una posizione netta e contraria solo per salvare il governicchio Letta. Francamente la politica italiana non ha un limite al peggio. Da anni non si parla di cosa la politica vuole fare per risolvere la crisi del nostro paese. Una nazione abbandonata a se stessa senza una classe politica che faccia quello per cui è “eletta”. Eletta, termine non più corretto. Considerato che, come sappiamo, i parlamentari vengono nominati dai segretari di partito. Potremmo fare un elenco noioso di tutto quello che siamo costretti a subire giorno dopo giorno. E allora dopo tutto questo, dovremmo veramente essere noi cittadini a chiedere la grazia a Napolitano.

E si, Presidente ci faccia la grazia. Fateci la grazia. Liberateci da Voi stessi. Liberate questo Paese. Aprite le stanze e fate entrare un po’ di aria fresca. Magari vi rinsavisce un pochino. Fateci vivere serenamente. Se proprio non riuscite a staccare il sederino dalla poltrona e volete continuare all’infinito a prenderci per i fondelli abbiate almeno la decenza di tacere e di non farvi più vedere nei vari programmi televisivi. Volete fare l’indulto e l’amnistia per salvare tutti i vostri amici? Fatelo. Volete dare la Grazia a Berlusconi? Fatelo. Volete ucciderci di tasse? Lo state già facendo. Insomma lasciateci almeno la speranza.

Presidente Napolitano ci dia la Grazia. E ce la dia veramente. La gente è stanca di sopportare tutto. Avete rovinato, forse per sempre, il nostro Paese. E continuate impunemente. E l’unica ancora di speranza, ogni tanto, rimane qualche magistrato integerrimo e servitore dello Stato (noi cittadini) che facendo il suo dovere mette un freno alle porcate della politica e di certi politicanti. E quando qualcuno fa il proprio dovere di certo la politica non lo loda. Ci basterebbe poco.

Un Presidente della Repubblica giovane, imparziale, garante dei cittadini e non dei politici. Un Governo amico del popolo e che lavori giorno e notte per risolvere realmente i problemi. E che non passi il suoi tempo in interviste, convegni e incontri effimeri. Dei Ministri che non siano amici di personaggi poco puliti. Dei politici onesti e non pregiudicati. Dei partiti con ideali chiari e precisi e che sanno cosa vogliono. Insomma una politica vera e normale. Ma troppo semplice per Voi. Speriamo un atto di clemenza, o meglio speriamo che non ci sia, invece, da parte Vostra, il colpo di Grazia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Letta: “Dicono che ho le palle d’acciaio”. Brunetta: “Operai Ilva gliele fonderebbero”

prev
Articolo Successivo

Lega Nord, Flavio Tosi si candida alla segreteria. “Unità di tutti tranne Bossi”

next