Una rapina finita male. E’ stata uccisa a colpi di machete in Nigeria Afra Martinelli, 78 anni, missionaria laica originaria della provincia di Brescia. La donna è morta a seguito delle gravi ferite riportate nel corso di una rapina nella sua abitazione a Oguashi-Ukwu, a circa 400 chilometri da Lagos. Il decesso risale a due giorni fa e la notizia è riportata dal Giornale di Brescia. Afra Martinelli era stata aggredita nella notte del 26 settembre. I collaboratori del Centro Regina mundi, fondato dalla missionaria bresciana, l’hanno trovata la mattina seguente nella sua abitazione riversa in una pozza di sangue e con una ferita alla nuca. La missionaria era ancora viva, ma le sue condizioni erano apparse subito gravissime. E’ morta in ospedale dopo 12 giorni di coma.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Libia, i retroscena del rapimento di Ali Zeidan: da Al Qaida ai gruppi armati

next
Articolo Successivo

Londra, le prostitute di Soho contro la polizia: “Ci cacciano per fare alberghi”

next