Ha scelto Bologna Matteo Renzi per il suo primo comizio da candidato ufficiale. E il capoluogo emiliano, da sempre feudo rosso di Pierluigi Bersani, gli ha riservato un’accoglienza da rockstar. “Mi candido per restituirvi il Pd” ha detto davanti a una platea di 5000 persone, arrivate ad ascoltarlo. Dal palco, il sindaco di Firenze ha poi toccato il nervo ancora scoperto del voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi. Lanciando a un messaggio a chi, anche nel Pd, ha assunto posizioni ipergarantiste. “Quando una sentenza passa in giudicato non devono esserci giochini né sulla decadenza, né sul riconteggio. La vicenda giudiziaria di Berlusconi è conclusa”. Sull’operazione Imu, invece, ha invitato il governo a fare un passo indietro sul condono per le aziende di slot machine. “Riempire le nostre città di macchinette che portano alla ludopatia è un’idea inaccettabile”  di Giulia Zaccariello

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Malumore senatori M5S: “Senza piattaforma, non rappresentiamo la base”

next
Articolo Successivo

Maroni: “Berlusconi trattato come Craxi, mi auguro che tolga sostegno al governo”

next