Sono una sessantina gli eletti e i simpatizzanti del Pd che hanno partecipato all’assemblea in cui Luciano Violante ha spiegato la sua posizione sulla decadenza di Silvio Berlusconi come parlamentare. Violante parla a lungo e ascolta gli interventi dei militanti, diversi si scagliano contro l’ex presidente della Camera. “E’ facile applicare le regole – spiega Violante – solo per gli amici, è più complicato farlo per gli avversari. Non ho mai pensato a salvacondotti per il Cavaliere. Può essere spiacevole, ma la giunta funziona come un quarto grado di giudizio, solo più veloce”. Un’anziana militante lascia l’aula. Verrà convinta a rientrare e a fine assemblea spiegherà le sue ragioni all’esponente Pd  di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5S, assemblea del gruppo al Senato: “Manca una linea politica condivisa”

next
Articolo Successivo

Imu, decreto per copertura: tagli a fondi lavoro, lotta a evasione e manutenzione Rfi

next