“Senza Beppe Grillo il Movimento 5 Stelle non scompare”. E’ la riflessione di Marcello De Vito, ex candidato a sindaco di Roma per il M5S, intervenuto ad Agorà, su Rai Tre. “Nel Movimento 5 Stelle – ha precisato – Beppe Grillo è sicuramente importante perché il nostro progetto nasce da lui, ma il movimento è fatto da decine di migliaia di persone che ogni giorno si impegnano volontariamente”. Parlando sempre del leader pentastellato, De Vito ha sottolineato che “Grillo non caccia nessuno dal Movimento”.

Anche due giorni fa De Vito aveva spiegato lo stesso concetto a chi gli chiedeva se non fosse stata necessaria una maggiore presenza del leader: “Il movimento non è Beppe Grillo. Grillo è una persona importante, ha fatto il suo comizio come io ho fatto mezz’ora prima parlando dei temi della campagna romana”. Secondo De Vito la risposta era: “No, perché questo è il programma che facemmo fin dall’inizio. Vi ricordo anche quello che successe a febbraio. Grillo venne a Roma nel penultimo giorno. Non abbiamo mai concordato un impegno superiore – aveva proseguito De Vito – perché Grillo ha fatto anche un tour in tutta Italia, che obiettivamente anche fisicamente richiede un certo impegno. E’ una persona di 65 anni e sono 6 mesi che si sta girando tutte le piazze. Non è semplice sostenere un tale ritmo. L’8 aprile concordammo che sarebbe venuto così come è avvenuto venerdì”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Franca Rame, l’ultima intervista: “Il M5S non si confonda con la casta”

prev
Articolo Successivo

Riforme, il Movimento Cinque Stelle chiede il diritto di voto a 16 anni per il referendum

next