Un “atto terroristico” è avvenuto “alle 7 di questa mattina” all’ambasciata di Francia a Tripoli, in Libia. A seguito dell’esplosione di un’autobomba, due guardie della sicurezza sono rimaste ferite. Una parte del muro di cinta dell’edificio, inoltre, secondo quanto riferito da France Press, è stata distrutta e sono state completamente carbonizzate due auto parcheggiate di fronte.

Il ministro degli Esteri libico Mohamed Ablde Azizna ha condannato l’episodio e ha spiegato che una commissione franco-libica sarà creata al più presto per le indagini. Inoltre ha invitato la popolazione a collaborare con le forze di sicurezza fornendo qualsiasi informazione utile su altre eventuali minacce.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Canada, arrestati 2 sospetti terroristi. “Volevano attaccare treno Toronto-Ny”

next
Articolo Successivo

Attentato Boston, il fermato: “Abbiamo agito da soli, nessun collegamento”

next