Le eccellenze nella sanità italiana da cui prendere esempio ci sono. Sistemi sanitari regionali invidiati anche da grandi paesi europei. Le telecamere di Presadiretta (Rai3) domenica sera alle 21,30 ci sveleranno ‘La meglio sanità’. Oltre due ore di programma per raccontare che nel nostro Paese non siamo capaci solo di creare buchi spaventosi di bilancio, offrendo pessime prestazioni sanitarie, così come non è vero che l’unica soluzione è la distruzione del sistema sanitario nazionale e la consegna della prevenzione e cura ai privati. L’inviata Lisa Iotti è stata in Emilia Romagna dove l’efficacia del sistema ospedaliero e ambulatoriale ha prodotto ad oggi: conti in ordine e dove alto è il livello e la qualità delle prestazioni offerte, un sistema basato sulla prevenzione e sul rafforzamento della rete di medici di base. Un sistema da “prendere, copiare e incollare” e invece in molte altre Regioni si continua nella politica degli sprechi e delle inefficienze. Nel mirino di Presadiretta l’analisi delle criticità della Sanità nel Lazio e in Calabria. Ne abbiamo parlato con Riccardo Iacona sulla webtv de ilfattoquotidiano.it rivedi lo streaming

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Diffamazione, Sallusti sospeso per tre mesi dall’Ordine dei giornalisti

prev
Articolo Successivo

Crisi Corriere, i Benetton si chiamano fuori, mentre Edison apre all’aumento

next