Consigli per il post-voto, dati in primo luogo a noi stessi.
Evitare di:

– pensare che il proprio voto sia stato utile e quello degli altri irresponsabile;
– imprecare contro il “Popolo Bue” che non capisce il suo bene;
– sventolare l’impennata dello spread per colpevolizzare gli elettori ribelli;
– continuare a ripetere che” Tanto la tv non sposta voti”;
– …e magari anche che “il conflitto di interessi non interessa a nessuno”;
– vagheggiare anche solo lontanamente un governissimo Bersani, Berlusconi, Monti;
– dimenticare che i socialisti greci, costretti al governissimo dall’Europa e dalla Merkel, sono passati, in meno di un anno, dal 40% al 5%; e la Grecia, per altro, non si é salvata;
– riproporre i nomi di sempre per la prossima presidenza della Repubblica;
– anche solo ipotizzare una legge elettorale per far fuori Grillo o chiunque altro;
– pensare che da soli si possa trascinare l’Italia fuori dalla palude etica e sociale, ancor prima che politica.

Ciascuno si faccia la sua lista delle cose da evitare, noi di Articolo21, invece, abbiamo deciso di avviare una raccolta di firme per dire: altro che governissimo! Si faccia subito la nuova legge elettorale e una legge sul conflitto di interessi (Bersani, Grillo, Vendola e persino Monti l’hanno inserita tra le priorità) e poi si vada di corsa al voto!
Tutto il resto, per parafrasare le Scritture Sacre, sarebbe davvero “farina del diavolo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni 2013: una maggioranza, vi prego, contro il conflitto di interessi

next
Articolo Successivo

Elezioni, Berlino: “Bisogna continuare con riforme”. Stampa estera: “Così instabilità”

next