Se è ancora valido il celebre adagio che recita “la mamma del cretino è sempre incinta”, Berlusconi ha fatto bene a promettere ai cittadini la restituzione dell’esecrata Imu, ultimo balzello di questa disastrosa crisi che lui medesimo ha massicciamente contribuito a determinare.

La sua tecnica di propaganda elettorale si basa su una convinzione semplice e incrollabile: l’Italia è un paese per pirla. I pirla puoi sedurli con qualsiasi baggianata. Basta prendere nota delle sofferenze più diffuse e promettere una pomata magica. C’è la disoccupazione? E io vi tiro su un milione di posti di lavoro. Non bastano? allora due… sorpresa, bambini&cretini, zio B. vi regala due milioni di posti di lavoro. C’è una tassazione iniqua per cui chi ha sempre pagato paga sempre di più e chi non ha mai pagato continua a non pagare? E zio B. ve la leva. Siete ancora arrabbiati? E zio B. vi restituisce quello che avete pagato l’anno scorso. Commovente.

Bambini&cretini immaginano l’ex premier che vola sulla slitta, trascinato da una quadriglia di renne dorate, e distribuisce buste piene di banconote agli elettori. La domanda è: quanti ne sono rimasti di bambini&cretini fra noi, dopo tutto quello che abbiamo visto e letto, sofferto e subito, per quasi vent’anni? Quanti hanno mantenuto intatto il dono dell’illusione? Pochi. Anche “la mamma del cretino” ha incominciato a prendere la pillola.

Il Fatto Quotidiano, 5 Febbraio 2013

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Sondaggi, Istituto Cattaneo: identikit dell’elettorato a 5 stelle

next
Articolo Successivo

Imu, il sondaggio: quasi nessuno crede a Berlusconi, ma il Pdl cresce di 1,4 punti

next