Esponenti dell’estrema destra sono stati arrestati in un’operazione dei Carabinieri dei Ros di Napoli. Le misure cautelari riguardano dieci persone accusate di banda armata, detenzione e porto illegale di armi e di materiale esplosivo, lesioni a pubblico ufficiale e attentati incendiari. Le indagini, legate agli scontri tra gruppi di destra e di sinistra avvenute a Napoli nel 2011, hanno consentito di documentare numerose aggressioni nei confronti di avversari politici e la sistematica attività di indottrinamento dei giovani militanti all’odio razziale e all’antisemitismo. In particolare, alcuni degli indagati progettavano di violentare una studentessa ebrea. Tra gli arrestati c’è anche Emmanuela Florino, candidata nella prossima tornata elettorale nelle liste di Casapound e figlia di un ex senatore prima dell’Msi e poi di An. “Sono arresti a orologeria quelli eseguiti”, ha commentato il leader di CasaPound Italia, Gianluca Iannone

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Berlusconi: “Mi riducono la scorta”, ma il Viminale: “Nessun taglio”

prev
Articolo Successivo

Fabrizio Corona, sì all’estradizione dal Portogallo Domani il rientro in Italia

next