Vladimiro Crisafulli si difende. “Ho dato mandato ai miei legali di presentare un’azione nei confronti del Fatto Quotidiano perché sono cose totalmente inventate e non c’è nulla di vero. Non sono mai stato indagato e addirittura la Procura ha chiesto la distruzione delle intercettazioni che mi riguardano”.

Il candidato del Pd alle politiche, leader del partito a Enna, reagisce così alle rivelazioni pubblicate ieri dal nostro giornale, riguardanti alcuni affari del senatore siciliano, che avevano portato i carabinieri a chiedere il suo arresto per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata e turbativa delle gare nel 2008. Sull’edizione in edicola oggi la seconda puntata della vicenda.

Parlando con i giornalisti a Palermo, Crisafulli ha detto che “si tratta solo di una polemica sterile e complottista per mettere in imbarazzo me, il procuratore Grasso e Bersani”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Dossier Crisafulli: “Così pilota gli appalti e minaccia gli onesti”

next
Articolo Successivo

Elezioni, presentato simbolo identico a quello di M5S. Grillo: “Farlocco”

next