Mentre in Italia i seggi sono ancora aperti, un primo risultato giunge dall’estero. Pier Luigi Bersani si aggiudica la vittoria in Russia. Nel seggio allestito a Mosca per il ballottaggio per le primarie del Pd finisce 35 a 3 per il segretario. Il seggio moscovita ha già chiuso (grazie alla differenza di tre ore di fuso orario) e scrutinato i voti. L’affluenza, pur in diminuzione rispetto al primo turno (38 votanti contro i 50 di domenica scorsa), resta una delle più alte di tutti i seggi esteri in relazione al numero di cittadini italiani residenti fuori dall’Italia iscritti all’Aire (1200).

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Roma, Marchini si candida a sindaco: “Ma niente Pd, meglio una lista civica”

next
Articolo Successivo

Primarie centrosinistra, risultati: Bersani al 61,1%. Renzi: “Giusto provarci”

next