Cari amici, ho fatto un’eccezione. Ho scelto una mia canzone solo perché è dedicata a Thomas Sankara: questa settimana è l’anniversario dell’uccisione del leader del Burkina Faso che portò in Africa democrazia, libertà e fratellanza. Leggete i suoi discorsi. Sankara proponeva che i Paesi africani non pagassero i debiti con i paesi ricchi, gli ex-colonizzatori. Parlava di giustizia, uguaglianza, rispetto. Sankara era un uomo giusto, per questo lo hanno ucciso nel 1987. Ma le armi non cancellano, non fermano le idee. E Sankara ci può accompagnare in questa settimana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tinto Brass: “Nel mio film erotico Gelmini, Minetti e Renzi”

next
Articolo Successivo

“Cogan”: la politica, sottofondo vuoto della realtà americana

next