“Da ‘Report‘ di ieri sera, avrete visto i politici che si mettono davanti la telecamera e fanno dichiarazioni senza essere intervistati. Questo modo di fare informazione va sradicato”. Roberto Natale, Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, all’improvviso si “accorge” di un certo modo di fare giornalismo (tipico di alcuni suoi colleghi cronisti della Rai): il soliloquio del politico o del potente di turno. Una pratica più e più volte denunciata da ilfattoquotidiano.it e, fortuna, cominciano ad accorgersene anche altre testate. “Questa è una malattia nata e cresciuta nell’emittenza pubblica e privata, una volta tanto la colpa non è dei politici, la colpa è di noi giornalisti e dei responsabili delle nostre aziende televisive, ne approfitto – continua Natale – per chiedere al nuovo vertice del servizio pubblico Rai, che vuole dare un segno di discontinuità, imponga alle redazioni giornalistiche di non usare più le dichiarazioni raccolte. I giornalisti – afferma – facciano le domande, ascoltino le risposte e se necessario, magari, facciano anche la seconda domanda”  di Manolo Lanaro

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Washington Post su Grillo: “Lontano dal Duce. Riempie vuoto della politica”

prev
Articolo Successivo

Geppi Cucciari a Monti: “Ci dica la barzelletta che fate la legge elettorale”

next