Nel primo weekend di settembre sono finiti gli sconti benzina di Eni, Esso e Ip. Le file chilometriche ai distibutori self service durante il fine settimana sono state un chiaro segnale del fatto che gli automobilisti italiani sono disposti a tutto pur di risparmiare sul prezzo della benzina.

Alcune aziende hanno “fiutato l’affare” e hanno lanciato una serie di inziative promozionali che consentono ai consumatori di risparmiare qualche euro sul carburante. Inoltre, i gestori hanno mantenuto alcuni sconti seppur di minor impatto rispetto a quelle dei weekend estivi.

Di seguito un rapido elenco delle principali inziative in corso:

Promozioni IP: alcuni punti vendita durante specifici giorni della settimana effettuano sconti fino a 10 centesimi a litro anche di giorno, sia come servito che in modalità self.

Raccolta punti Esselunga / Q8: fino al 12 settembre, per ogni 50 euro di spesa, la catena di supermercati offre un buono da 8 euro che potrà essere speso presso i gestori Q8 aderenti. Il rifornimento dovrà essere di almeno 40 euro e dovrà essere effettuato entro il 29 settembre.

Sconti di Poste Italiane: coloro che pagheranno il pieno alla Shell, con le carte Postamat e Postepay, avranno il riaccredito del 2% della spesa sul proprio conto sino ad un massimo di 350 euro al mese e di 150 euro di carburante al giorno.

Buoni sconto Colgate: acquistando alcuni prodotti del marchio si riceverà un buono di 5/10 euro per l’acquisto di carburante Total-Erg, Eni- Agip, Q8 ed Esso. L’offerta è valida fino a febbraio 2013.

Concorso McDonald’s: la catena di fast food ha lanciato invece un classico concorso. Coloro che entro il 2 settembre hanno mangiato al McDrive e hanno conservato lo scontrino, possono partecipare al concorso e vincere un pieno di benzina TotalErg. L’estrazione finale è in programma per il 30 settembre.

Pompe Bianche: per chi invece preferisce non partecipare a questo tipo di inziative, l’alternativa migliore per risparmiare qualche centesimo rimane quella di rifornirsi presso le stazioni di servizio indipendenti e “no logo“, in cui è possibile risparmiare fino a 8/10 centesimi al litro rispetto alla media del servito. Qui è possibile trovare la mappa completa dei distributori.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

La sigaretta elettronica fa male? Gli esperti lanciano l’allarme da Vienna

prev
Articolo Successivo

iPhone 5: la presentazione ufficiale sarà il 12 settembre

next