C’era una volta la storica Radio Londra, le cui trasmissioni in lingua italiana iniziarono nel 1939 e andarono avanti a lungo. Oggi i tempi sono cambiati, le esigenze e la velocità delle informazioni anche. E oggi Londra è il punto di riferimento di oltre 200.000 italiani. La nostra radio è nata qualche anno dopo, nell’ottobre 2011, ed è al momento l’unica radio italiana che trasmette dalla capitale inglese. Ce n’era bisogno? Sentite come è nata.

Mentre giravo tra i blog Italiani del Regno Unito e mi sono imbattuto su un messaggio di un ragazzo italiano che si lamentava di quanto grande fosse la comunità italiana nel Regno Unito e cosi poco rappresentata. Iniziammo a mandarci email e messaggi e discutere su cosa si potesse fare per creare qualcosa di simpatico e di interessante.

Un giorno decidemmo di incontrarci con Riccardo Marcucci, che poi sarebbe diventato lo speaker della nostra radio, a Vauxhall presso uno Starbucks e tra un cappuccino e una torta di mele è nato Massimo Ascolto. Incominciammo a pensare a tutto. Lui era un pochino esperto di radio e io avevo una grande energie e voglia di fare. Non avevamo una lira e i costi per creare una radio erano proibitivi per noi due.

Il passo successivo fu armarmi di tanta passione e sana follia e incominciammo a cercare finanziatori e non con poca difficoltà. Dopo aver girato molto e ricevuto moltissimi “no”, riuscimmo a trovare un imprenditore italiano che ci ha dato fiducia. Una volta trovati i fondi e pagato la piattaforma della radio, eravamo a zero: dovevamo avere ospiti, scalette, palinsesti. Così incominciai a spremermi le meningi per trovare gli ospiti e convincerli. Diciamo che ho fatto sempre il glob trotter e girato il mondo, ho vissuto in Spagna e a New York e fatto mille cose nella vita, quindi la faccia di bronzo non mi è mai mancata.

Insomma, quello che volevamo fare con la nostra radio era fare qualcosa di identificativo per la comunità italiana, per la quale volevamo creare un network di informazione e intrattenimento. Inoltre, dare un messaggio positivo per i giovani che hanno idee e progetti e che molte volte hanno dovuto sopprimere soffocare per mancanza di fondi, di aiuti e di collaborazioni. Massimo Ascolto è l’esempio lampante di come, in questo paese, se hai un sogno puoi realizzarlo veramente.

Nel solco dell’antica Radio Londra, che è la madre di tutte le radio italiane all’estero.

Giuseppe Rotondi, producer di Massimo Ascolto

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Paraguay, impeachment per presidente Lugo. Lo sostituisce il suo vice

prev
Articolo Successivo

Cina, lotta anti-corruzione nell’esercito: trasparenza sui beni degli alti ufficiali

next