Uccisero un tassista che aveva involontariamente investito un cagnolino a Milano. Era il 10 ottobre del 2010 e Luca Massari (nella foto) scese dall’auto per scusarsi. Oggi per due fratelli, Pietro e Stefania Citterio, il pm Tiziana Siciliano ha chiesto ai giudici della I corte d’Assise di Milano una condanna a 23 e 21 anni. Il terzo uomo che partecipò a quella che l’accusa bolla come una “spedizione punitiva“, Moris Ciavarella, è stato già giudicato e condannato a 16 anni con il rito abbreviato. Per l’accusa la donna non si limitò a guardare Massari, 42 anni, cadere a terra sotto i colpi di un branco, ma partecipò attivamente: “Una specie di erinni che non si limita a improperi”.  La vittima era un uomo tranquillo “totalmente inerte e molto dispiaciuto” di quanto accaduto. Stefania, che gridava “Ti ammazzo”, era così arrabbiata tanto da essere stata “trattenuta” e il fratello era “indotto da questo comportamento della sorella a continuare un’opera che la sorella non poteva più continuare perché trattenuta”.

Nel corso della requisitoria il pubblico ministero ha ripercorso quanto accaduto e provocato “una morte assurda.. di un uomo giovane, che poteva contare su un futuro più lungo del suo passato”. Colpevole solo “di aver investito involontariamente un cagnolino: uno sgarro che ha portato ad una punizione”. Ma per ricostruire quanto avvenuto gli inquirenti non hanno avuto vita facile: le intimidazioni dei testi sono state diverse. Tanto che il pm non ha potuto fare a meno di ricordare l’enorme difficoltà nella ricostruzione dei fatti e all’omertà che ha come avvolto l’omicidio per giorni. Per i due imputati l’accusa ha chiesto la concessione delle attenuanti generiche, anche in considerazione della giovane età, e ha escluso l’aggravante della crudeltà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Genova: pistola Tokarev, sequestrata a Prima Linea, mitra nel covo milanese Br

next
Articolo Successivo

Palermo: ecco Zorro il cavallo che prende il vitalizio da 2300 euro al mese

next