L'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi

Il sequestro preventivo delle società “Ttt” e ‘Paradiso Immobiliare”, entrambe dell’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi, accusato di essersi appropriato illecitamente di oltre 13 milioni di euro dalle casse del partito, è stato chiesto al gip dalla procura di Roma.

L’iniziativa, secondo quanto si è appreso, sarebbe una conseguenza dello stallo in cui è finita la trattativa tra il senatore Lusi, sospeso dal Pd, e la Margherita per la restituzione di una parte delle somme. Dopo aver proposto la restituzione di cinque milioni di euro, previo deposito di una fidejussione ritenuta inadeguata dalla Margherita sotto il profilo delle garanzie, Lusi ha offerto in pegno le quote sociali della Ttt e della Paradiso Immobiliari, proprietarie della casa di via Monserrato, nel centro di Roma, e della villa di Genzano in cui risiede. Ma anche questa proposta non sembra convincere i vertici della Margherita i quali, nei giorni scorsi, avevano sollecitato il sequestro preventivo dei beni di Lusi qualora le trattative per la restituzione del maltolto non avessero soddisfatto il partito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, scatta il blitz della Guardia di Finanza Irregolarità in 82% dei negozi

next
Articolo Successivo

Esselunga di Pioltello, prima udienza della causa per il reintegro dei lavoratori delle coop

next