Lame spazzaneve accatastate dietro un centro anziani a Roma, quartiere San Saba. Decine di lame. Servirebbero a ripulire le strade dalla neve. Basta agganciarle a un furgone dell’Ama (l’azienda che si occupa della spazzatura nella Capitale) e il gioco è fatto, in teoria. Invece no. Nei giorni del gelo, col traffico in tilt e le strade ghiacciate, le lame sono rimaste dietro una recinzione, sepolte sotto una coltre di neve. Nessuno le ha toccate. Né il sindaco Gianni Alemanno, che ieri sera straparlava di “strategia nordista per mettere in discussione Roma”, né l’Ama. L’azienda dei rifiuti sostiene in un comunicato che le lame a San Saba sono solo 14 (leggi l’articolo integrale).
Video di Paolo Dimalio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Violante (Pd): “No al ritorno delle preferenze, costano troppo allo Stato”

prev
Articolo Successivo

I No Tav manifestano davanti al carcere torinese delle Vallette

next