Il Fatto, con una documentata e rigorosa inchiesta condotta da Carlo Tecce ha rivolto alcune domande alla direttrice generale della Rai Lorenza Lei. Non si tratta di questioni private o di gossip, ma di questioni attinenti assunzioni, gratifiche, contratti di consulenza che sarebbero stati dati ad amici e parenti.

Sino ad ora non sono state fornite risposte esaurienti, forse non hanno ancora letto l’articolo o forse stanno cercando un coraggioso “estensore testi”… In ogni caso basterà attenersi all’evangelico “sia il tuo dire si, si, no, no”, tutto il resto è “farina del diavolo”.

Se possiamo, infine, dare un consiglio di tipo linguistico ci permetteremmo di sconsigliare di utilizzare l’espressione “Episodi accaduti a sua insaputa“.
Così tanto per evitare anche alla Rai una “malinconica fine”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giornali e no

prev
Articolo Successivo

Autista, ex marito, amici: tutte le spese del dg

next