Prosegue il work in progress dei Radiohead sulle strutture della musica popolare e questa volta la band oxfordiana capitanata da Thom Yorke si diverte a sperimentare su un suo stesso album, The King of Limbs, ottavo registrato in studio. A quasi dieci mesi dalla sua uscita, i Radiohead domani 11 ottobre celebreranno con un evento unico, per la precisione con un dj set in streaming mondiale, l’uscita di Tkol Rmx 1234567, che avrà inizio alle ore 21 ora italiana (le 20 in Inghilterra).

Quando all’inizio del 2011 il disco è stato lanciato sul mercato, la band aveva deciso di non accompagnare l’uscita con nessun tipo di sensazionalismo né con lanci promozionali, né con interviste “E’ stata una nostra precisa scelta quella di non spiegare nulla del disco – ha affermato Thom Yorke – Non ci sentivamo in dovere di parlare del nostro nuovo lavoro“, gli fa eco il chitarrista Ed O’Brien.

In buona sostanza Thom Yorke si esibirà alla consolle de The Boiler Room, un club underground londinese, insieme con Jamie XX, alias Jamie Smith, percussionista e produttore degli XX, piccola grande celebrità dell’orizzonte musicale del Regno Unito – dove in ambito dubstep e grime fa sfaceli – e che sfonda le casse quando si lancia sul dubstep e la techno. Di lui si dice che “è uno che fa mix per la Bbc triplicandone gli ascolti e i download giorno per giorno”. Non male come biglietto da visita. Lo scorso anno con i suoi XX è stato la rivelazione della new wave londinese.

Ci saranno poi Caribou, pseudonimo di Dan Snaith, polistrumentista canadese che dopo gli approcci psichedelici, krautrock e suoni folktronici, è tornato da qualche tempo all’elettronica. E poi Lone e Illum Sphere: si prevede che realizzeranno una gran jam session. Una serata esclusiva, ma aperta al grande pubblico: tutti coloro che non possiedono l’invito alla serata potranno godersi la selezione musicale degli artisti, poiché l’evento verrà trasmesso in streaming sia sul sito di The Boiler Room sia sul sito della band.

Tkol Rmx 1234567 è una compilation che contiene tutti i 19 remix dei brani di The King of Limbs, realizzati e diffusi in vinile nel corso dell’estate e firmati da artisti come Caribou e Four Tet. “E’ stato un po’ come avere a che fare con il montaggio di un film – ha raccontato Thom Yorke sul sito Nmeogni motivo è come un collage, composto da pezzi preregistrati che si fondono l’uno con l’altro. E’ stato un lavoro pazzesco, ma molto interessante”.

Recentemente i Radiohead hanno tenuto due concerti alla Roseland Ballroom di New York per un’anticipazione della tournée che – udite, udite – intraprenderanno nel corso del 2012. Nel corso di un dj set per il programma di Giles Peterson in onda sulla Bbc Radio1, Thom Yorke ha detto che “l’idea sarebbe di dedicare l’intero prossimo anno ai concerti”. Clive Deamer, già batterista dei Portishead, che aveva già suonato nelle ultime apparizioni live della band, tra cui l’ultimo Secret Show di Glanstorbury, apparirà al loro fianco nel prossimo tour. Nella nuova tournée, la band presenterà il suo ultimo disco The King Of Limbs, e molto probabilmente ci sarà occasione di deliziare i fan con brani inediti: da quanto emergerebbe da alcune indiscrezioni, ha quasi finito di registrare un nuovo disco la cui uscita dovrebbe avvenire il prossimo anno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

E dare il Nobel ogni quattro anni?

next
Articolo Successivo

Viva Zapatero, debutta in tv
il film-denuncia di Sabina Guzzanti

next