(Agenzia Stefani) – Mitico Scilipoti! Per mezz’ora il leader incontrastato dei Responsabili offre il petto non alla mitraglia, ma alle contestazioni. E impassibile sfila davanti all’ingresso di Montecitorio mentre su di lui piovono insulti e fischi degli attivisti del comitato ‘vota sì’ per fermare il nucleare. Il granitico Scilipoti, del resto, ha appena votato, come un sol uomo, a favore del decreto Omnibus che affossa il quesito referendario. Ma per lui queste sono quisquilie. Il deputato a cui il neonato Movimento sociale ha offerto la presidenza del partito, si è appena offerto volontario per un’ardimentosa missione in Somalia. Si è detto pronto a partire (a sue spese) per tentare di liberare i cinque connazionali sequestrati dai pirati l’8 febbraio scorso. Scilipoti, insomma, dopo i contestatori, sfida i bucanieri.
Riprese David Perluigi, montaggio Paolo Dimalio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sara Giudice: “Al ballottaggio non voterò per la Moratti”

prev
Articolo Successivo

Berlusconi: il voto è dipeso dai candidati deboli

next