La convention che avrebbe dovuto inaugurare l’ultima settimana elettorale prima del voto del 15 e 16 maggio si è trasformata nel solito show di attacchi ai pm. “Un cancro da estirpare”, ha detto dei magistrati il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di fronte ai quattromila del PalaSharp. Dichiarazioni che ormai stancano anche la base berlusconiana, che comincia a lasciare il palazzetto milanese nel bel mezzo del discorso del Cavaliere. “Non mi pare che siano usciti, non so in quale stadio sia stato lei”, risponde a ilfattoquotidiano.it il ministro Paolo Romani, smentito però dalle immagini. Meno loquace il sindaco di Milano Letizia Moratti, che giustifica il premier. Ma quando le chiediamo di Roberto Lassini, l’autore dei manifesti sulle Br in procura che ha ripreso la campagna elettorale nonostante la promessa di un passo indietro, il sindaco non risponde e scappa, lasciando che a difenderla sia il suo videomaker Red Ronnie. Video di Franz Baraggino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

I nuovi beneficiati dal premier Berlusconi

prev
Articolo Successivo

Napoli, “una munnezza di miracolo”

next