Nelle stanze di Palazzo Chigi, il governo dialoga coi “suoi” amministratori locali sull’Alta velocità. Fuori, i sindaci esclusi chiedono lumi a Sergio Chiamparino che difende la scelta dell’esecutivo: “Non potete mica stare tutti allo stesso tavolo. Si saranno seguite le regole democratiche di rappresentanza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Libia, la maggioranza trova l’accordo

next
Articolo Successivo

Alta velocità, il governo va alla trattativa. Ma soltanto con chi è già d’accordo

next