“Zoccola!”, dice lui uscendo dal bar. “Zoccola? Vieni un po’ qua a farmi vedere i documenti! Vediamo se sei in regola? Su, vieni”, urla lei furente dalla porta del bar.

Una scena da strada romana, da strada italiana. Lui è un ragazzo di colore che vende fazzoletti e accendini. Pochi minuti prima mi aveva avvicinato, cortesemente. Senza protestare, quando gli ho detto che non avevo bisogno di nulla, si è allontanato, salutandomi: “Ciao amico”. Ora, non so cosa sia successo dentro il bar, non voglio giustificare nessuno che si rivolga ad una donna in malo modo, meno che mai dandole della “zoccola”.

Però, il modo di rispondere all’insulto della barista, ragazza giovane dalla faccia pulita, mi ha sorpreso. Non mi sarei stupito se le avessi sentito urlare insulti del livello, molto basso, di “zoccola”. Ma quel “fammi vedere i documenti, vediamo se sei in regola” mi è rintronato nella testa per tutta la mattina. Ormai, davvero pensiamo che essere “clandestino” sia un crimine o ancora peggio l’aggravante di una condizione già in partenza sbagliata: il nero, lo straniero, il diverso?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Diritto di replica e diritto di critica

next
Articolo Successivo

Silvio riprenditi!

next