La notizia è piccola da cercare e da apprezzare per tirarsi su di morale. In tempi cupi una chicca. Meritava la prima pagina, ma è comparsa sulle      pagine romane di un quotidiano nazionale. Il suo nome è Emanuele Totori. La sua qualifica professionale è assistente presso una ex municipalizzata che a Roma distribuisce acqua ed energia elettrica. Il Totori vien mandato a verificare per conto dell’azienda alcuni lavori del sistema fognario in periferia. Il ragazzo (è a contratto quindi si presume giovane, ma non sappiamo) va e controlla. Prende appunti e misure.

La ditta appaltatrice è solita fare lavori per l’azienda. Dopo qualche mese arriva il conto e l’assistente vede che ci sono delle incongruenze… Segnala che il conto è troppo salato rispetto a quanto effettuato. Il conto cala. Il Totori viene lodato? Viene premiato per aver fatto risparmiare il datore di lavoro? Niente affatto. Viene trasferito e si vuole aprire un provvedimento disciplinare. Coraggio! Le mosche bianche un giorno avranno la meglio…

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Tagli alla cultura, e adesso i sindaci
leghisti insorgono contro il governo

next
Articolo Successivo

A fuoco la masseria del giudice Forleo
Per gli investigatori è un attentato

next