”Il resto sono valutazioni che si possono fare legittimamente ma dal mio punto di vista i rapporti mi confermano che in Questura si sono comportati applicando tutte le regole, le norme e le prassi: quindi nulla da eccepire”: lo ha detto il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, interpellato sul caso Ruby. “La Questura di Milano ha fatto un comunicato e ha ribadito che non ci sono censure da muovere – ha aggiunto Maroni – e per me questo, una volta chiarito, è la cosa più importante”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Le telefonata del premier in questura
La notizia riportata dagli altri quotidiani

next
Articolo Successivo

Ruby, Niccolò Ghedini: “Certa stampa sta tentando di creare un caso mediatico”

next