Ospite di “Un giorno da Pecora” su radio2, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Carlo Giovanardi, ha tentato di minimizzare la polemica nata dopo il servizio sulle ville di Berlusconi ad Antigua andato in onda domenica sera a ‘Report‘. Queste le sue ineffabili parole: “‘Il caso Antigua? Chi è senza società offshore scagli la prima pietra“. E ancora: “La trasmissione della Gabanelli è stata fenomenale, straordinaria, meravigliosa: ha scoperto l’acqua calda, ovvero che Berlusconi ha un bel po’ di soldini e ha comprato un po’ di case“, aggiungendo anche di compatire un po’ Berlusconi perché “ha venti case e non sa cosa farne“.

Giovanardi ribadisce ancora la sua volontà di rendere obbligatorio il test antidroga a tutti i parlamentari e ai giornalisti della Rai, affermando anche non se la sente di mettere la mano sul fuoco per nessuno, “neppure per Berlusconi“, che lo scorso anno fu tra quelli che non si sottopose al test.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pubblicità e manganellate

prev
Articolo Successivo

Berlusconi: “Il Tg3? Non esiste”

next