/ / di

Paolo Farinella Paolo Farinella

Paolo Farinella

Sacerdote

Il mio nome è Paolo Farinella. Sono prete cattolico, orgoglioso di esserlo ed esercito nella città di Genova, dove sono parroco di una parrocchia antichissima, senza parrocchiani e senza territorio. Sono parroco di confine per chi crede e per chi non crede. Non posso essere Paolo senza essere prete e non posso essere prete senza essere Paolo, cioè prete dal cuore laico che credo sia il più bel regalo di Dio. Ho 63 anni e non rimpiango la giovinezza perché la vita è graduale andare in avanti e in alto. Sono uno studioso della Bibbia con qualche piccola specializzazione in Scienze bibliche e Archeologia. Mi occupo di esegesi nel contesto giudaico. Contrasto il pontificato di Benedetto XVI che ritengo una sciagura per la Chiesa, visto che è solo capace di guardare indietro senza lasciarsi soggiogare dallo Spirito che guarda avanti sulla prospettiva del Regno di Dio. In questi tempi bui, in cui domina il potere perverso della delinquenza organizzata e, orfano di opposizione, mi sono deciso a contrastare e combattere con le armi della dignità, del pensiero e della Parola la peste del berlusconismo che è l’infezione virale che sta uccidendo il nostro Paese e le sue vere radici antropologiche. Leggo il Fatto che ormai resta quasi da solo l’unica Parola che grida nel deserto delle convenienze e degli interessi. Insieme vinceremo ogni attacco alla Democrazia e alla Libertà perché noi siamo motivati da sentimenti di verità e non da interessi inconfessabili. Non sarò presente in modo costante, ma sarò della compagnia senza rassegnazione, senza rimpianti, ma con la certezza di servire la Nazione, ma principalmente la mia coscienza che non sarà mai in vendita.

Il mio libro più recente, edito per Il Saggiatore s’intitola Cristo non abita più qui 

www.paolofarinella.eu

Post di Paolo Farinella

Politica - 24 aprile 2016

Piercamillo Davigo, come si permette questo marziano di attaccare la politica?

I movimenti sismici si avvertivano da qualche tempo: Piercamillo Davigo, giudice integerrimo e onesto servitore dello Stato, aveva iniziato gettando un macigno all’interno della Magistratura, dando vita a una corrente autonoma perché non soddisfatto della sudditanza della propria corrente di appartenenza, che si definiva moderata, cioè silenziosa davanti al potere politico, se non spesso succube. […]
Politica - 17 aprile 2016

Referendum trivelle, tre motivi per votare Sì

Tre motivi per votare Sì al referendum: il primo motivo sta nell’invito del presidente del Consiglio, seguito a ruota dal presidente emerito della Repubblica che protegge il primo come una chioccia, perché hanno commesso un reato e continuano a commetterlo perché violano due leggi in vigore. Ecco il testo. D.P.R. 361 del 30 marzo 1957,“Approvazione […]
Politica - 14 aprile 2016

(Contro) riforma costituzionale: lutto e resistenza ai referendum!

Si avvicina il 25 aprile, festa della Liberazione dal nazi-fascismo e siamo costretti a listare a lutto l’intera giornata, la nostra memoria e anche i nostri timori, divenuti certezze. Martedì 12 aprile 2016 è stato un giorno di lutto e di dolore: con 361 voti a favore, 7 contrari e 260 fuori dall’aula, la (contro) […]
Politica - 30 marzo 2016

Referendum trivelle, votare Sì è un dovere morale

Il governo Renzi è contro il referendum sulle trivelle. Il Pd di Renzi è contro il referendum sulle trivelle. Il referendum è stato voluto da nove regioni governate dal Pd di Renzi. Verrebbe voglia di dire che Renzi è contro Renzi e il Pd contro il Pd, ma ormai nel Pd e in Renzi è […]
Politica - 21 marzo 2016

Referendum trivelle: c’era una volta il Pd, oggi traditore

Mentre scrivo, il calendario cattolico riporta la memoria di San Giuseppe operaio (o piccolo imprenditore, poco importa) e il pensiero corre al film (anno 1971) di Elio Petri “La classe operaia va in paradiso”, musiche di Ennio Morricone e la faccia tragica di Gian Maria Volontè (Lulù) che oggi, con la politica nefasta del Partito (ex)democratico […]
Politica - 26 febbraio 2016

Unione civile Renzi-Verdini, coppia secondo natura per fare felice Alfano

Il calendario celebra San Cesario e San Vittorino, due nomi appropriati allo sgorbio che il Senato in via di estinzione (nelle intenzioni governative) ha prodotto, dopo finto travaglio e ampie manovre illusionistiche. Ora assisteremo al mantra già cominciato: meglio un poco oggi che nulla di fatto. Non ci sto perché l’aula sorda e grigia di […]
Politica - 24 febbraio 2016

Unioni civili, estendere i diritti non è mai pericoloso per nessuno (bambini compresi)

Figli di quel Dio, laico che “non abita in edifici (materiali e/o ideologici) fatti da mano d’uomo” (Atti 7,48) e che “fa sorgere il sole sui buoni come sui cattivi e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti” (Matteo 5,45), seguaci di quel vangelo che ci ricorda che noi cristiani non siamo nati né da […]
Politica - 12 febbraio 2016

Unioni civili, il cardinale Bagnasco e un Parlamento esautorato

Alla fine doveva accadere: il cardinale Angelo Bagnasco, alla guida della Cei, erede del cardinale Camillo Ruini, cioè interventista e assertore della sudditanza del “politico” dal “religioso”, rigorosamente cattolico – ça va sans dire – ha pensato d’imporre la sua volontà al Senato, cioè al Parlamento, chiedendo, anzi ordinando ai suoi chierichetti nominati di votare […]
Società - 4 febbraio 2016

Santificazione di Padre Pio e il ritorno dei totem ancestrali

Mancavano all’appello padre Pio e frate Mandic, sono arrivati anche loro e ora siamo al completo. La religione è servita, il popolo, facile alla lacrima, si affolla per chiedere miracoli. I frati che hanno perseguitato padre Pio in vita ora lo portano in spalla e lo esaltano come supereroe. I preti, a cominciare dal vescovo […]
Società - 1 febbraio 2016

Family Day: a quella piazza io, prete, cattolico, oppongo la mia resistenza

Ora che le piazze sono soddisfatte e anche etichettate, laiche e cattoliche, con pressione muscolare e avvertimenti elettorali, tutti vissero felici e contenti nella convinzione esclusiva di avere ragione sugli avversari o meglio nemici. Finalmente la famigerata Cirinnà, che è anche Cirinnò, verrà approvata e sarà una delle peggiori leggi della Repubblica perché snaturata a […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×