/ / di

Andrea D'Ambra Andrea D'Ambra

Andrea D'Ambra

Interprete/Traduttore

Interprete, Travel Blogger

Laureato in Scienze politiche con tesi in Diritto dell’Unione europea e in Interpretazione di conferenza e Traduzione presso la Scuola interpreti di Trieste.

Promotore nel 2006 della petizione per l’abolizione dei costi di ricarica che in pochi mesi raggiunge quota 820mila firme online e grazie anche all’intervento da me sollecitato della Commissione europea, e dopo una campagna online di diversi mesi (senza l’aiuto dei social network) porta all’abolizione che rappresentavano un’anomalia tutta italiana che costava agli italiani due miliardi di euro l’anno.

Nel 2007 fondo l’Associazione dei Consumatori “Generazione Attiva”. In tale veste ho denunciato all’Antitrust le innumerevoli pratiche scorrette e/o pubblicità ingannevoli che quotidianamente molestano i consumatori, ottenendo sanzioni per un ammontare totale di diverse centinaia di migliaia di euro. Mi sono tra l’altro fatto promotore di un appello, affinché le multe per questo tipo di pratiche venissero inasprite e calcolate in base al fatturato delle aziende. Appello sottoscritto e condiviso dall’allora presidente dell’Antitrust Catricalà che inserì la proposta nella sua relazione annuale presso la Camera dei Deputati nel giugno di quello stesso anno.

Autore dell’hashtag twitter #celochiedeleuropa e diversi articoli con lo scopo di divulgare un’informazione veritiera sull’Unione europea e sbugiardare i politici che usano quel ritornello per giustificare iniziative assurde ed impopolari mai chieste da Bruxelles.

Ideatore della petizione al Parlamento europeo per una legge europea che stabilisca l’ineleggibilità dei condannati e il divieto di candidature multiple per le stesse persone in più circoscrizioni. In tale veste sono stato invitato al Parlamento europeo dove ho avuto modo di illustrarla e raccogliere adesioni trasversali.

Appassionato di diritto e sensibile alle discriminazioni. Autore della “Guida per l’iscrizione anagrafica dei cittadini europei” che dal 2011 ha aiutato migliaia di cittadini europei a districarsi nel groviglio della burocrazia italiana e conoscere i loro diritti derivanti dalle norme europee e ottenuto il plauso del Presidente dell’associazione degli operatori demografici associati DeA.

Mia la denuncia che ha portato l’Antitrust ha sanzionare nel 2015 con una maxi multa da 15 milioni di euro il cartello degli armatori privati del golfo di Napoli per intesa restrittiva della concorrenza.

Autore di numerose denunce alla Commissione europea che hanno portato all’apertura di diverse procedure d’infrazione, sono un convinto europeista e credo che da questa possa venire molto del cambiamento necessario per il nostro Paese. Sensibile alle tematiche ambientali sono appassionato a tutto ciò che attiene alle nuove tecnologie, amo le lingue.

Scrivo anche su www.andreadambra.eu e condivido i miei racconti di viaggio su www.mapandfork.com

Twitter: @adambra

Blog di Andrea D'Ambra

Politica - 22 giugno 2015

Parlamento Europeo: la classifica 2015 degli europarlamentari più assenti

Come da tradizione da qualche anno ecco che a giugno arriva la classifica più temuta dagli europarlamentari fannulloni. Ad un anno dalle elezioni europee la maglia nera dell’eurodeputato italiano più assenteista va a Giovanni Toti, (Forza Italia) che registra un vergognoso 29,21% di presenze. Toti, che con il suo risultato si piazza globalmente 746esimo su 749 europarlamentari, dovrà dire definitivamente addio al […]
Media & Regime - 18 giugno 2015

Voli di Stato, Italia vs Francia: informazione a confronto

L’informazione nel nostro paese è degna di un paese democratico e libero? E’ questa la domanda che mi sono posto e a cui non sono riuscito a rispondere in modo positivo dopo aver comparato per l’ennesima volta due situazioni quasi identiche che hanno avuto una risposta nei mezzi di informazione molto diversa. La prima è […]
Lavoro & Precari - 15 giugno 2015

Ischia, l’isola degli schiavi?

Anche quest’anno con l’avvicinarsi dell’estate ad Ischia la stragrande maggioranza dei lavoratori del settore turistico diventa schiava: 10 ore di lavoro al giorno (quando va bene) e giorno di riposo abolito per agosto, il tutto per una paga da fame in barba alle più basilari regole e diritti dei lavoratori. Qualche anno fa l’allora M5S dell’Isola […]
Piacere quotidiano - 12 giugno 2015

Viaggi: Alta Provenza, dove il Mediterraneo incontra le Alpi

Continuiamo il nostro road trip della Provenza a destinazione dell’Alta Provenza. Prima di lasciare il Vaucluse c’è però ancora qualche perla da scoprire. Dopo la frutta, i formaggi e le erbe manca un altro ingrediente fondamentale della cucina provenzale e mediterranea in generale: l’olio d’oliva. Alla Bastide du Laval scopriamo un appezzamento di trenta ettari e 4.000 […]
Piacere quotidiano - 5 giugno 2015

Viaggi: Vaucluse, la ‘Toscana francese’

Dopo Marsiglia il nostro tour della Provenza prosegue verso Il Vaucluse cuore di questa regione, che ispirò scrittori come Petrarca. Queste terre furono scelte prima dai Romani per i loro teatri (ancora oggi tra i meglio conservati), poi dai Papi (Avignone) e infine dai nobili che vi costruirono magnifici castelli rinascimentali. Dopo meno di un’ora di strada, […]
Piacere quotidiano - 30 maggio 2015

Viaggi: Marsiglia, la mediterranea al passo con i tempi

Dopo il Var, il nostro tour provenzale prosegue per Marsiglia. Più antica città francese e seconda solo a Parigi per numero di abitanti, la capitale della Provenza ha ventisei secoli di storia nonché un ambiente unico tra mare e città, con quartieri tradizionali e architettura moderna. Vista l’ora di pranzo ne approfittiamo per cercare un posto dove […]
Piacere quotidiano - 26 maggio 2015

Viaggi: Provenza, non solo Saint Tropez. Alla scoperta del Var autentico

Il nostro viaggio alla scoperta della Regione Provenza Alpi Costa Azzurra (che i francesi, appassionati di acronimi, chiamano Paca) comincia dal Var uno dei sei dipartimenti che compongono la regione, tra Nizza e Marsiglia. Decidiamo di andare subito alla scoperta dell’entroterra, meno noto ai più, cominciando dalla Dracénie, un’area geografica ad est del Var, caratterizzata […]
Piacere quotidiano - 9 maggio 2015

Viaggi: Copenaghen, la città più vivibile del mondo

E’ stata eletta la città più vivibile al mondo. Un capitale eco-compatibile, efficiente e ricca di attrazioni. Stiamo parlando della più grande città scandinava: Copenaghen. 1° giorno Giardini Tivoli Il primo messaggio della sensibilità verso l’ambiente di questa città ci arriva ancora prima di atterrare, allorquando intravediamo le decine di turbine eoliche marine che testimoniano […]
Cronaca - 27 aprile 2015

Fondi europei a Barano d’Ischia: M5S interroga Bruxelles

Ce n’eravamo occupati a diverse riprese sia nel 2011 che nel 2012. Stiamo parlando dello strano caso degli oltre 700mila euro del Fondo Sociale Europeo destinati a non meglio precisati lavori destinati al “miglioramento delle condizioni di fruibilità del territorio” in zona Nitrodi sull’Isola d’Ischia, non lontano e a monte della zona dove lo scorso […]
Ambiente & Veleni - 25 aprile 2015

Energia termale: Ischia, l’isola dalle uova d’oro (altro che metano!)

Qualche settimana fa l‘isola d’Ischia è balzata – suo malgrado – agli ‘onori delle cronache’ a causa del sindaco Pd del Comune omonimo (solo uno dei sei presenti sull’isola) Giuseppe (Giosi) Ferrandino (di cui scrivevo qui in tempi non sospetti) arrestato con l’accusa di corruzione nell’inchiesta relativa alla metanizzazione operata dalla cooperativa ‘rossa’ Cpl Concordia. Mettendo da […]
Mafia Capitale, Boschi: “Onestà non basta, se serve valuteremo scioglimento Campidoglio”
Roma, giunta Marino perde altri pezzi: Improta si dimette, si va verso il rimpasto

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×