Non c’è pace per Nanu Giuseppe Galderisi, che fu bomber della Juventus, del Milan e del Verona, nel mezzo una non felice stagione in Nazionale, ai mondiali in Messico del 1986, quando la squadra fu chiamata senza successo a difendere il titolo conquistato quattro anni prima. Ora il suo nome è finito nel registro degli indagati perché non paga gli alimenti alla moglie: 1.000 euro al mese stabiliti da una sentenza del Tribunale di Padova. Proprio nel capoluogo veneto il calciatore, originario di Salerno, era finito a conclusione della sua carriera, quando la squadra conobbe una breve stagione nella massima serie. E si era poi fatto rimpiangere per i molti gol segnati. Ma da quando ha appeso le scarpette al chiodo la sua vita non è apparsa in discesa.

Da anni, infatti, va avanti il braccio di ferro con Perla Mazzolini, 52 anni, un paio d’anni più giovane di lui. Ora il rischio è che le conseguenze siano di natura penale. I giudici hanno sancito il definitivo divorzio – come ricostruisce Il Gazzettino – lo scorso 8 maggio. Ma la moglie attende i versamenti arretrati e per questo si è rivolta alla magistratura. Il fascicolo è finito sul tavolo del pubblico ministero Daniela Randolo che ha indagato l’ex calciatore di mancato rispetto degli obblighi di mantenimento, considerato anche che Perla Mazzolini non ha reddito.

In passato la donna si era già rivolta ai giudici per ottenere, in un paio di occasioni, il pagamento degli arretrati per un importo superiore ai 50mila euro. Due anni fa Nanu aveva presentato ricorso, ma non ha ottenuto ragione. Il costo del mantenimento non dovrebbe essere un cruccio per l’ex calciatore. Prima di essere esonerato dalla Lucchese, lo scorso campionato, guadagnava infatti 5.000 euro al mese. Altrettanti ne riceve come pensione da calciatore. Senza contare le comparsate in tv come commentatore.