E’ uno dei fattori che hanno probabilmente contribuito alla scelta di Parigi di nazionalizzare i cantieri Stx per non cederne la maggioranza a Fincantieri. E la firma definitiva sotto il contratto è arrivata proprio nella settimana del muro contro muro tra governo italiano e francese. Il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, in visita a Doha, ha annunciato l’avvio di una “collaborazione di lunga durata” con Doha che parte con la fornitura, in 5 anni, di 7 unità navali destinate alla Marina Militare del paese del Golfo. Che si trova in una condizione di isolamento da quando in giugno Riyad, appoggiata da Egitto, Emirati Arabi, Bahrein e Yemen, ha chiuso i rapporti diplomatici e le frontiere adducendo motivazioni legate al supporto al terrorismo internazionale.

Il contratto Corvette vale 5 miliardi di euro e “impiegherà, in Italia, circa 1000 lavoratori”, ha detto Alfano. “Non si tratta solo di un contratto di vendita, ma di una collaborazione di lunga durata finalizzato, per i prossimi 15 anni, anche alla manutenzione, all’assistenza tecnologica e all’addestramento con il supporto, per quest’ultimo aspetto, del ministero italiano della Difesa. A Fincantieri – ha spiegato Alfano – sono associati in consorzio Leonardo e Mbda. Nell’operazione sono state coinvolte anche Cassa Depositi e Prestiti e la società per l’assicurazione del credito all’esportazione Sace“.