Che legge elettorale vuole il Pd? Quale vuole il M5s? E quale Forza Italia? Come funzionano i due sistemi elettorali su cui il Parlamento si sta dividendo in due schieramenti? E quanti voti e di chi sono a sostegno dell’uno e a sostegno dell’altro? Ilfatto.it tenta l’impossibile: fare chiarezza sul dibattito sulla riforma elettorale, tra Italicum bis conosciuto Legalicum e il sistema tedesco ma corretto e quindi ribattezzato Verdinellum dalle male lingue solo perché l’ha proposto Verdini. Una cosa è certa: nessuno dei due sistemi garantisce l’esclusione della necessità, dopo le elezioni, di maggioranze di governo spurie: larghe intese, grandi coalizioni, appoggi esterni. Ma con l’Italicum, dando uno sguardo ai sondaggi, è quasi certo.