Una bomba a mano, disinnescata ma carica di esplosivo, e una cartucciera con proiettili vuoti, sono stati trovati in un pacco postale che stava per essere caricato in un volo misto, merci e passeggeri, diretto a Roma Fiumicino. Il plico proveniva dalla base Usa di Sigonella ed era stato consegnato al Terminal merci dello scalo Fontanarossa da uno spedizioniere. Il pacco postale era diretto negli Stati Uniti. A scoprirlo il personale della Sac, la società che gestisce lo scalo etneo.  Gli investigatori precisano che l’ordigno era “inerte”: in pratica non poteva esplodere.

“L’episodio si è verificato nelle prime ore del pomeriggio – fa sapere l’ufficio stampa della Sac – e ha comportato la sospensione delle attività del terminal merci per le necessarie operazioni di bonifica da parte delle unità cinofile e degli artificieri della Polizia di Stato e in presenza della Guardia di Finanza.