Smantellata nel quartiere Zen 2 di Palermo un’associazione specializzata nel traffico di sostanze stupefacenti. I carabinieri di Palermo San Lorenzo hanno arrestato 24 componenti del gruppo. L’operazione ‘Teseo‘ nasce dalle indagini avviate dai militari e coordinate dal Procuratore della Repubblica, Francesco Lo Voi, dal Procuratore aggiunto, Teresa Principato, dai pm Siro De Flammineis e Annamaria Picozzi. L’attività ha fatto emergere come dietro allo spaccio ci fosse “una regia comune” che guidava l’operato dei singoli pusher con una vera e propria “suddivisione in turni, con una prima fase che comprendeva la mattinata, una seconda che abbracciava l’intero pomeriggio e la sera, e l’ultima di notte fino alle ore 8″.

Le indagini hanno rilevato i “passaggi di consegne” che avvenivano ad ogni cambio turno, con il conteggio e l’eventuale ripartizione delle dosi avanzate e del denaro ricavato, tra gli spacciatori uscenti e subentranti. Il tutto era documentato in libri contabili tenuti da una donna. I pusher adottavano anche delle “contromisure” per evitare di essere scoperti: le classiche vedette che, durante i rispettivi turni verificavano, anche con l’utilizzo di un binocolo, la presenza di forze dell’ordine o di eventuali telecamere.

Con l’esecuzione delle 24 ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip del Tribunale di Palermo, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della locale Procura della Repubblica, è la prima volta che all’interno del quartiere Zen 2 viene contestato il reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.