Con la fine del 2016 è tempo di bilanci anche in tema di incidenti stradali: secondo i dati diffusi dalla Polizia di Stato, lo scorso anno gli italiani sono stati coinvolti in più sinistri rispetto al 2015 (73.836, +0,8%) con più persone rimaste ferite (50.472, +0,7%); ma sono diminuiti gli incidenti mortali (1.507, -4,3%, 67 in meno) ed il numero delle vittime (1.620, -4,5%, 76 decessi in meno). Sono state oltre 2 milioni le infrazioni stradali accertate, con circa 3 milioni di punti decurtati e quasi 45 mila patenti ritirate.

Dal resoconto delle forze dell’ordine emerge che gli italiani al volante bevono meno ma si drogano di più: sono scese del 2% le violazioni per guida in stato di ebbrezza (17.867 su 1.396.910 controlli), ma salgono di quasi il 6% le infrazioni per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (1.245 casi). Peraltro nel 2016 i suddetti controlli sono stati effettuati con l’ausilio di medici e sanitari della Polizia di Stato sul territorio di 39 province.

Il controllo della velocità media sulla autostrade tramite il sistema Safety Tutor, articolato su 333 postazioni su un totale di circa 3.100 km di autostrada, ha consentito di accertare (dal 1° gennaio al 30 novembre 2016) 592.371 violazioni, il 42,7% in più rispetto all’analogo periodo del 2015. Mentre il “gemello” Vergilius – che calcola sempre la velocità di percorrenza media – attivo su alcuni tratti delle strade statali (SS 1 Aurelia, SS 7 quater Domitiana, SS 309 Romea e SS 145 var. Sorrentina), ha accertato 10.763 violazioni. Il medesimo sistema, sui primi 100 chilometri dell’autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria, a tutto novembre 2016 ha rilevato 92.128 violazioni.

“I controlli nel settore del trasporto professionale – sostengono gli organi di Polizia – hanno portato all’accertamento di quasi 40 mila infrazioni, con 394 patenti e 751 carte di circolazione ritirate. Inoltre, nel corso del 2016, sono stati anche attivati i controlli degli autobus destinati al trasporto di scolaresche: su 13.822 autobus controllati, 2.377 hanno evidenziato almeno una irregolarità, per un totale di 3.413 infrazioni”.

I suddetti numeri non tengono tuttavia conto degli ultimi bagordi natalizi: dallo scorso 11 dicembre e fino all’inizio dell’anno, nelle notti dei fine settimana Polizia Stradale e Carabinieri hanno impiegato ben 172.366 pattuglie nei posti di controllo, rilevando 2.730 incidenti (224 in meno rispetto al 2015) che hanno causato 119 vittime (35 in meno dello scorso anno).

I conducenti sottoposti ad alcol-test sono stati 232.952 (-6,5%), il 5,1% dei quali (pari a 11.901, di cui 10.245 uomini e 1.656 donne) è risultato positivo alle verifiche (nel 2015 la percentuale era stata del 5,3%). Le persone denunciate per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti sono state 391, mentre i veicoli sequestrati sono stati 662.