Poletti Ministro dei Voucher. Lorenzin Ministra del Fertility day. Madia bocciata dalla Corte e dal NO confermata!”, “meritocrazia Gentiloni“. E ancora “squadra che perde non si cambia” per arrivare poi all’affondo sul neoministro degli Esteri: “Alfano è stato ministro della Giustizia, dell’Interno, degli Esteri. Il tutto a capo di un partito col 4%”.  Commenti a valanga su Twitter dopo l’annuncio del nuovo governo che, viste le tante riconferme, anche gli utenti liquidano come un Renzi bis. Ma le nomine che suscitano più stupore sono quella di Maria Elena Boschi, promossa da ministro delle Riforme a sottosegretario della Presidenza del Consiglio, e quella dell’ex ministro Angelino Alfano, che arriva alla Farnesina.

Alfano alla Farnesina. La giusta punizione per gli italiani all’estero dopo il referendum”, scrive Spinoza, mentre Renzi Mattei scherza: “Alla notizia che Alfano è il nuovo Ministro degli Esteri sono arrivate le dichiarazioni di guerra di Russia e Usa“. Tanti i tweet ironici: “Ma Alfano muore solo con un paletto di frassino nel cuore o la decapitazione tipo Highlander?”, “ma #Alfano in quale lingua ci rappresenta all’estero? A gesti?”, “e adesso come faremo senza i tweet di #Alfano che arresta i cattivoni che più cattivoni non si può?”.

Ma non c’è solo lui: perché i commenti criticano fortemente Maria Elena Boschi, ex ministro delle Riforme e autrice di quella bocciata al referendum. Nonostante avesse detto che in caso di sconfitta il 4 dicembre sarebbero venuti “altri”, è stata nominata sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Un mancato passo indietro che gli utenti le rinfacciano. “Se fossi in Renzi – scrive G -mi sentirei pugnalato alle spalle dalla Boschi, non aveva detto che se ne andava anche lei? Solo per dire eh”, “adesso la Boschi diviene di fatto la longa manus di colui che ha rovinato la nazione e che governerà come prima più di prima”. “Incredibile la #Boschi sottosegretario alla presidenza del consiglio – aggiunge Dexmac – un affronto agli italiani tutti e alla democrazia del voto referendario” e infine: “Ah quindi, ironia della sorte, la #Boschi ha giurato su quella stessa Costituzione che non è riuscita a massacrare?”. E anche sui profili facebook di Alfano e Boschi continua il fiume di commenti. Sullo stesso tono.