Alcune ore dopo l’arresto dei 12 parlamentari del partito ‘Partito Democratico dei Popoli’ (Hdp) è esplosa un’autobomba a Diyarbakir, la più grande città turca a prevalenza curda. L’esplosione è avvenuta questa mattina nel quartiere Baglar, nelle vicinanze di una sede della polizia. Nell’esplosione sono morte almeno 8 persone – tra cui 2 poliziotti, 5 civili e un sospetto attentatore -. A dirlo è stato il premier, Binali Yildirim, secondo cui anche un centinaio di persone sono rimaste ferite ma solo 7 sono ancora in ospedale. Le autorità ritengono che l’attacco sia opera del Pkk. Nel filmato, pubblicato su Twitter, si sentono chiaramente degli spari e alcuni civili scappare dal luogo dell’attentato