Il premio nobel per l’economia Joseph Stiglitz ha tenuto un dibattito assieme all’ex premier Romano Prodi e all’economista francesce Jean Paul Fitoussi, ospiti della Biennale dell’economia cooperativa organizzata da Legacoop a Bologna. “Prima degli anni 80 crescevano insieme produttività e paga oraria” ha detto Stieglitz durante il suo intervento. “Dalla fine degli anni 70 c’è stato un cambiamento: la produttività ha continuato a crescere, ma i frutti di quella produttività sono andati al 1% della popolazione più ricca, mentre contemporaneamente nulla è andato agli operai, ai lavoratori che hanno fatto quella produttività”. Gli ha fatto eco Prodi: “Stiglitz ha parlato degli Usa ma poteva scrivere tranquillamente Italia”, ha detto l’ex presidente del consiglio. “40 anni fa scrissi che c’era una differenza di salario di 30 volte tra un direttore e un operaio e dissi che era troppo. Ricevetti migliaia di lettere di approvazione. Oggi la differenza è di 300 volte, ma non frega niente a nessuno”