A piedi scalzi per non fare rumore, serrature aperte senza essere distrutte grazie ad un kit in grado di aprire ogni tipo di porta. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri di Torino che hanno arrestato i componenti della banda dei ladri scalzi, poco prima di un colpo. Si tratta di quattro georgiani tra i 22 e i 26 anni accusati di tentato furto in abitazione e sospettati di avere messo a segno decine di colpi. Gli arresti sono stati possibili grazie alla collaborazione di un condomino che è riuscito a sventare il furto nell’appartamento del vicino  grazie alle immagini in diretta ricevute sul telefonino. Dopo aver subito un furto in casa, infatti, l’uomo ha installato una app antifurto sullo smartphone collegata a una telecamera installata sulla porta d’ingresso. Alle due di domenica notte l’applicazione antifurto gli ha inviato le immagini di quattro uomini scalzi andare su e giù per le scale del suo condominio e ha chiamato i carabinieri. La banda aveva già iniziato a forzare la serratura di un appartamento del decimo piano e all’arrivo dei carabinieri i quattro fermati erano seduti sui gradini e hanno detto di aspettare un loro amico. A luglio uno della banda era già stato arrestato dai carabinieri di Rivoli per un altro furto