Sergio Rubini non ha dubbi, il futuro ripartirà dalla cultura e dal Sud. La sua è una istigazione ad agire rivolta ai giovani ed a quanti spesso si “accontentano”. “I meridionali dovrebbero ogni tanto spogliarsi da quell’area di meridionali con la quale vanno in giro e mettere a frutto la bellezza, patrimonio collettivo che si ritrovano”. Una grande voglia di Sud dell’artista che si è esibito in Puglia nella rassegna Fuori dal Museo sulla Cattedrale di Trani, con letture di Eduardo De Filippo, ritrovando quel passo necessario e che oggi serve che muove un piede nel passato ed un nel futuro.