“Ora si azzera tutto e lo dico a chi pensa di aver già vinto. Chi pensa a una partita già chiusa, si sbaglia. Io intendo giocarmela fino alla fine, fino all’ultimo giorno”. Così il candidato sindaco di Roma del Pd, Roberto Giachetti, dopo l’esito del voto che lo ha portato al ballottaggio con Virginia Raggi del M5S con il 24,85% dei voti, contro il 35,25% della candidata pentastellata. “Rivolgo un appello alla Raggi e al suo staff sul non complicare il ballottaggio, obbligando l’altro a rincorrerla. Facciamo più confronti. Non solo uno, magari fino l’ultimo giorno”. Poi ha aggiunto ai microfoni de ilfattoquotidiano.it: “Io non chiedo incontri con Marchini Fassina. Mi rivolgerò agli elettori, non ad accordi politichesi – ha concluso Giachetti – indicando tra le cause del risultato non brillante del Partito democratico anche la vicenda di Mafia Capitale e la precedente Giunta guidata da Ignazio Marino”