Il debutto dell’Audi A5 risale a nove anni fa, e all’epoca venne considerato un prodotto un pò atipico per il marchio dei Quattro Anelli a livello di design. Ora è il momento della seconda generazione coupé a quattro porte tedesca, che arriverà ufficialmente in autunno ma le cui linee (nonché caratteristiche) sono già state rese note dalla casa di Ingolstadt in anteprima mondiale durante un evento proprio nel suo quartier generale.

La nuova nata ha dimensioni più grandi ma parte da un peso complessivo minore di 60 kg rispetto al modello attuale, grazie all’utilizzo di materiali leggeri e a un nuovo assetto. A cui è stata affiancata un’aerodinamica da record, con Cx di 0,25. La A5 Coupé è ora più sportiva ha il passo più lungo ed è ben piantata per terra, con un cofano motore anch’esso allungato e sbalzi accorciati.

Per quanto riguarda i motori, al debutto (previsto in autunno), saranno cinque. Due a benzina e tre diesel, tutti resi più performanti (fino al 17% di potenza in più) rispetto agli attuali: hanno potenze comprese tra 190 e 286 Cv, ma consumano meno di quelli utilizzati ora. In particolare, è il 3.0 TFSI V6 turbo benzina a distinguersi per la sportività dei suoi 354 cavalli, 21 in più rispetto a quello attuale.

La tecnologia, infine. Anche su questo modello sarà finalmente disponibile, in opzione, l’Audi Virtual Cockpit, il quadro strumenti basato su un display TFT da 12,3 pollici. Insieme al sistema di navigazione MMI plus con monitor da 8,3 pollici nella consolle centrale si viene così a creare un’area di infotainment con il grosso dei comandi a portata di mano.