Cari amici della nona arte, questo che state per leggere è un invito, o meglio un appassionato consiglio da amico. Da venerdì 20 a domenica 22 maggio lo spazio de la Pelanda – MACRO Testaccio (Roma) ospiterà la seconda edizione di ARF!, festival interamente dedicato al fumetto e all’illustrazione. Un appuntamento che, al motto “il fumetto torna protagonista”, chiamerà a raccolta alcune delle più affermate case editrici italiane del settore (Bao Publishing, Coconino, Beccogiallo, Tunué, Panini Comics), realtà più piccole (001 Edizioni, Bugs Comics, Comicout, Star Comics) e decine di autori (tra gli altri sono attesi Zerocalcare, Paolo Bacilieri, il “nostro” Mario Natangelo, Ratigher, Toni Bruno) che, insieme a lettori e appassionati, avranno modo di dar vita a un confronto utile a testare lo stato di salute dell’arte dei balloons in Italia.

Qui una lista di 4 (+1) buone ragioni per non mancare:

1) Oltre ai numerosi incontri spalmati lungo i tre giorni di festival (per questo vi lascio direttamente alla consultazione del nutritissimo programma a questo link), la Pelanda accoglierà tra le sue mura quattro interessanti mostre. Da quella interamente dedicata al maestro Hugo Pratt e al suo Corto Maltese – con oltre 120 opere originali esposte -, passando per “Da Rat-Man a Star Wars”, raccolta di tavole che avranno per oggetto parodie e recensioni cinematografiche firmate Leo Ortolani, fino ai percorsi riservati a due giovani promesse del fumetto italiano: Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ (autore dei sorprendenti “Golem” e “Astrogamma”), e Rita Petruccioli, illustratrice romana che svelerà in anteprima alcune tavole tratte dal suo primo volume fumettoso in uscita per Bao.

2) Ci sarà poi la possibilità di tuffarsi alla scoperta di alcune delle realtà indipendenti italiane più interessanti in circolazione, che fanno dell’autoproduzione la propria essenza. A queste gli organizzatori hanno riservato un’intera area ad ingresso gratuito SELF ARF! all’interno della quale si potranno spulciare le cassettine di (non) amore illustrate di TINALS (acronimo di This Is Not A Love Song), ammirare i progetti editoriali di Studio Pilar e Brace e perdersi tra le produzioni di alcune tra le più originali realtà indipendenti del fumetto nostrano: Canicola, Delebile, Tenaga Comics e del collettivo Dr.Ink.

3) Nel fine settimana negli spazi de La Pelanda si terrà il primo raduno nazionale di “Bruti”, il gioco da tavolo ideato, disegnato e prodotto grazie a una campagna di crowdfunding dal fumettista e regista pisano Gipi. Gli appassionati potranno sfidarsi a duello e “dichiarare guerra” all’autore stesso il quale, durante le gare, ritrarrà dal vivo due fortunati partecipanti estratti a sorte. I ritratti diventeranno poi vere e proprie carte personaggio della prossima edizione del gioco.

4) L’ARF! non sarà affare per soli adulti. Ai più piccoli, infatti, sarà dedicata un’intera area Kids (anche questa a ingresso gratuito) in cui divertirsi in compagnia di noti illustratori e disegnatori a cui verrà affidata la cura di laboratori creativi dedicati alla lettura, al disegno e al gioco. Tra loro: Nicoletta Baldari, Gud, Rita Petruccioli, Maicol&Mirco, Cristina Portolano, Alessandra Bracaglia, Francesca Carabelli, Otello Reali e Sualzo.

+1) Avrei voluto parlarne su queste pagine tempo fa, ma una serie di “imprevisti” mi costrinsero a passarci sopra. Ma all’ARF! sarà l’occasione buona per fare conoscenza con il duo Angelini e Taddei, per chi scrive, autori di uno dei fumetti più belli dati alle stampe lo scorso 2015, “Anubi” (GRRRZ Comic art book). Una graphic novel punk che ruota attorno alle giornate da nullafacente di Anubi, anti-eroe tossico dalle sembianze sciacalliche disprezzato da tutti. Quello dei due autori è un viaggio nel disagio interiore di una serie di personaggi borderline e nella decadente provincia nostrana (i bar, gli strambi personaggi di paese, la piatta routine, la droga, la precarietà). Un vero e proprio manifesto degli sconfitti verrebbe da definirlo, ironico e incredibilmente amaro. Da mandare giù come si trattasse di un Campari.

Sul sito dell’evento potete trovare i dettagli circa il programma e gli orari degli incontri, prezzi e tante altre informazioni utili.