La terza puntata dell’Isola dei Famosi, andata in onda ieri sera su Canale5, è stata senza dubbio più noiosa nella lunga storia del programma. Potremmo dare la colpa al cast sbagliatissimo, a una conduzione troppo blanda e con poca personalità, al format forse invecchiato male. Potremmo, ma non saremmo onesti. Il problema principale, a cui si aggiungono tutti gli altri precedentemente elencati, è un vuoto autoriale che neppure ad Agon Channel. Qualcuno aiuti gli autori di questa edizione dell’Isola! Sì, perché già nelle prime puntate si era notata una decisa mancanza di idee e di intrecci narrativi, ma ieri sera abbiamo avuto la conferma di un vuoto totale che lascia increduli.

Non resta, dunque, che lanciare un concorso pubblico di idee per aiutare le sterili menti di fior fiori di autori, che in passato hanno firmato alcune delle pietre miliari dell’intrattenimento televisivo italiano. Forse sono stanchi, forse non sanno più cosa inventarsi, forse pagano lo scotto, come dicevamo di un cast sballato e pieno zeppo di signori nessuno.

Avevano puntato tutto su Simona Ventura, e la scelta era certamente audace. Ma se scegli di portare sull’Isola la conduttrice piemontese, circondata da ologrammi di morti di fama senza arte né parte, che senso ha, poi, dipingerla come la Strega Cattiva, come la burattinaia subdola? Forse non sanno, lorsignori, che se Simona Ventura torna a casa, il già disastrato programma di Canale5 può tranquillamente chiudere i battenti anzitempo, perché resta davvero poco o nulla da raccontare.

Fortunatamente hanno abbandonato i peni e le tette al vento, con la Playa Desnuda gestita in maniera meno pecoreccia, ma il salto di qualità non c’è stato. La prima parte della puntata di ieri sera si è trascinata stancamente tra un accendinogate e una lite inutile tra i desnudos su una coperta termica rubata non si da chi e non si sa perché.

Si spera in un colpo di scena, in un imprevisto, visto che il copione non prevede nulla di interessante. Ma nulla, nemmeno uno straccio di spoiler di Mara Venier (che poi quest’anno che diavolo c’è da spoilerare, visto che non c’è nulla di segreto?). Si naviga a vista, lentamente, su un mare in bonaccia che prima o poi rischia di portare all’ammutinamento del pubblico. Enzo Salvi lascia l’Isola, sconfitto al televoto da Mercedezs Henger e Jonas Berami. Mentre dalla zattera arriva l’ex tronista Christian Galella, che batte al televoto il re di Tisanoreica Gianluca Mech, che affronterà un televoto fino a lunedì prossimo, che al mercato mio padre comprò.

Dal gruppo dei desnudos, approda tra i titolari Andrea Preti, mentre il gruppone nomina una Fiordaliso in crisi nera. Il leader della settimana Stefano Nones Orfei, infine, manda una impalpabile Alessia Reato al televoto con la cantante di “Non voglio mica la luna” e con Gianluca Mech. Ma sono tutti dettagli, corollari di una vicenda centrale che semplicemente non esiste. L’Isola dei famosi non è mai stato un programma indimenticabile, ma così si sta esagerando. Così come si sta esagerando con le continue pause pubblicitarie e con una diretta monstre di 3 ore e 40 minuti, al solo scopo di rosicchiare qualche decimale di share all’Auditel. La puntata di ieri non finiva mai, sembrava una tortura. Va bene che siamo in settimana santa, ma per la Via Crucis manca ancora qualche giorno.